giovedì 14 marzo 2013

A ME PIACE FREDDA!!!

-NON POSSO CONTINUARE A PANINI...
-MA NON HO IL TEMPO DI TORNARE A CASA...
-GRAZIE AL DISTRIBUTORE LA MIA FLORA INTESTINALE NE STA RISENTENDO CHE MANCO LA MARCUZZI...
-MA DAVVERO PER UN TRANCIO DI CAPRICCIOSA E 1\2 COLA HO SPESO 8 EURO!??....

Ecco per una settimana, la prima, da BentoMasterComunCreativ ho divorato di tutto, spinto da un naturale istinto di sopravvivenza che ti assale dopo 5 ore di pseudo lezioni su team building o metodologia qualitative portando il mio fegato al collasso e il portafoglio alla rovina. La presa di posizione per chi come me tiene alla linea, frequenta assiduamente le palestre e vuole mantenere il suo fisico slanciato ancora in buone condizioni è stata automatica: io in quanto uomo siculo impegnato nella vita fuori sede masteruniversitaria, dico No al colesterolo e Si a Vals... alla PASTA FREDDA!!!

Punto primo, se hai voglia di mangiare discretamente durante le sempre brevi pause pranzo milanesi, devi cucinarti la sera prima! Per chi come me cucina per passione e non per mero bisogno fisico, non dovrebbe essere un peso...per tutti gli altri c'è la scatoletta di tonno.
La scelta della PASTA FREDDA è logica, resiste alle "intemperie" anche per due o più giorni e ti permette di fare ALL-IN...cioè svuotare il frigo buttando dentro come condimento un po' di tutto (almeno questo è quello che ho imparato a fare io!!) Un unico segreto: cercate di non farla venire appiccicosa o troppo "collosa", basta aggiungere un filo d'olio appena scolata, mescolare e lasciare freddare la sola pasta in frigo per 30min. Dopo aggiungete il tricolore, cioè mozzarella, pomodorini e insalatina verde...poi si passa all'All-IN tonno, prosciutto, wurstel, uovo sodo fate un po' come vi pare, rimettete in frigo ed il mattino seguente in portapasta portate via tutto in attesa del mezzogiorno di fuoco.
E' importante utilizzare pasta corta, tipo penne rigate o farfalle ed inoltre non salare l'acqua prima di buttare giù la pasta in modo da permettere a quest'ultima di insaporirsi per bene.
Che dire, vista la mia vita passata ai fornelli (gli anni universitari li ho fatti tutti doppi da fuorisede) dopo anni di prove, casini vari ed errori imperdonabili la pasta fredda per me non ha più segreti......buon gusto, Antonio!!!


4 commenti:

  1. Non poteva esserci post migliore per iniziare questa avventura, Grazie

    RispondiElimina
  2. Non riesco a smettere di ridere. Ti cerco uno stage a Zelig!

    RispondiElimina